mercoledì 14 luglio 2010

E Yogurt fu

Mai provato a fare lo yogurt in casa?
Non c'è niente di più facile, basta conoscere qualche piccolo trucchetto e il gioco è fatto.
E' semplice da fare, gli ingredienti si trovano facilmente e vi faremo vedere come si fa con e senza yogurtiera.
Potrete mangiarlo con confetture o frullati di frutta fresca, con cacao, miele o miele al cacao, cereali, biscotti o anche caramello, utilizzarlo per fare dolci o creme, e perchè no, è anche un ottimo prodotto di bellezza!!
Ricordate che da 1 litro di latte otterremo circa 1 litro di yogurt! quindi usate pure la quantità che preferite, il procedimento non cambia.




Partiamo dagli attrezzi, quello che dovete cercare negli armadi della cucina:
pentolino che andrà sul fuoco
termometro (se l'avete meglio, ma non è indispensabile)
Poi se avete la yogurtiera:
yogurtiera e contenitore per mescolare il latte ai fermenti (se la yogurtiera è fatta di tanti contenitori)
Se non avete la yogurtiera:
contenitore in vetro che possa contenere il tutto (ad es. da 1 litro, se usiamo 1 litro di latte), anche un thermos può andare bene.
Ricordatevi che durante tutto il processo di preparazione e conservazione deve esser mantenuta un'accurata igiene per evitare contaminazioni di altri organismi indesiderati!

Per gli ingredienti, da scegliere sempre freschi, è meglio fare un discorso più ampio, perché è vero che gli unici ingredienti per fare lo yogurt sono latte e fermenti, ma come sapete ce ne sono di tanti tipi...
Come latte noi utilizziamo il latte crudo (nel link troverete il distributore più vicino a voi), quello che trovate nei distributori o direttamente dal produttore (è la qualità più alta in assoluto!), ma se qualcuno preferisce utilizzare un latte più leggero nessuno lo vieta, il procedimento é lo stesso ma usando il latte pastorizzato si può evitare la bollitura iniziale, che serve appunto ad eliminare tutti quei batteri che potrebbero uccidere o rubare il cibo ai nostri 'bimbi' (entrando in competizione coi fermenti e impedendone un corretto sviluppo) e che nel latte pastorizzato o UHT ovviamente non ci sono.

I fermenti invece si possono trovare in farmacia in bustina.
Oppure si può usare direttamente lo yogurt, del tipo che più vi piace, l'importante è prenderlo bianco (frutta e vari gusti uccidono molti fermenti) e il più possibile lontano dalla data di scadenza; meglio ancora potete mescolare più tipi di yogurt per arricchire di più ceppi di batteri il vostro yogurt.
Ed ora procediamo...
Tiriamo fuori dal frigorifero lo yogurt che ci darà i fermenti, per farlo 'riscaldare' un po' (ne bastano anche 2 cucchiai colmi).


Se abbiamo il latte crudo dobbiamo farlo sobbollire per qualche minuto, poi lo facciamo raffreddare fino a 40° (se riuscite è meglio togliere la panna e la schiuma che si forma sulla superficie).
Se abbiamo il latte pastorizzato invece lo scaldiamo semplicemente fino a 40° (per chi non ha il termometro: 40° vuole dire che dobbiamo sentirlo tiepido, ma non deve scottare).
A questo punto aggiungiamo poco alla volta il latte ai fermenti (yogurt o polvere che sia), in modo da sciogliere bene tutto.
Per questa operazione possiamo utilizzare il contenitore in cui maturerà lo yogurt o lo stesso pentolino in cui abbiamo scaldato il latte.
Se avete la yogurtiera con tanti barattoli ovviamente mescolerete latte e fermenti in un altro contenitore o nel pentolino, meglio se con i bordi arrotondati per poter mescolare meglio, e di seguito distribuirete il composto nei vari barattolini.

Ora (per chi cel'ha...) accendete la yogurtiera.
Chi non cel'ha può semplicemente avvolgere bene il contenitore in una coperta, magari potete metterlo anche in uno di quei frigoriferi portatili (spento!) o in un thermos...o nel forno con accesa solo la lucetta (oppure accendete il forno per un minuto a 50° e poi SPEGNETELO), in modo da mantenere la temperatura del nostro latte sui 40°.
Deve rimanere a riposare per almeno 3 ore (se non vi sembra rassodato abbastanza lasciatelo ancora lì), ma a dire la verità di solito noi prepariamo tutto alla sera per poi avere lo yogurt pronto al mattino, al massimo 12 ore...e nel frattempo non disturbatelo!

Quando è pronto dovete solo farlo raffreddare e metterlo in frigorifero (dove si conserva fino ad 8-10 giorni).
Se volete lo potete trasferire in barattolini, mettendo alla base della confettura a vostra scelta, del caramello o quello che più vi piace, oppure preparate un frullato di frutta fresca al momento, ma non mescolate subito lo yogurt con frutta o altri 'aromi' perché fareste una strage di fermenti, e a noi lo yogurt piace vivo, o no?!?


PS: con lo yogurt potete anche ottenere facilmente un buonissimo formaggio cremoso!
come?....aspettate il prossimo post!!
E se non vi dovesse venire lo yogurt scriveteci, saremo ben liete di aiutarvi!

3 commenti:

  1. bellissimo!!!
    ..io personalmente utilizzo il metodo in forno e viene benissimo!!

    RispondiElimina
  2. ...dimenticavo...io lo yogurt lo lascio riposare al buio.

    RispondiElimina
  3. Ho provato a farlo col latte di soia, stesso procedimento del latte vaccino, é venuto buonissimo!!! :D

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...